Chiamaci al num: 800774709 - Mail: info@lizardmed.eu
02ottBruxismo, risolverlo grazie a un approccio multidisciplinare Ce ne parla il dottor Bernd Wollmann, Lugano, medico dentista e Master Science in Medicina cinese, utilizzatore della pedana posturometrica e stabilometrica Lizard. Insieme alla moglie, Dr.ssa Anja Stamm, ha…

Ce ne parla il dottor Bernd Wollmann, Lugano, medico dentista e Master Science in Medicina cinese, utilizzatore della pedana posturometrica e stabilometrica Lizard.
Insieme alla moglie, Dr.ssa Anja Stamm, ha scritto l’e-book “La medicina cinese a portata di mano” .
Maggiori informazioni sul dottor Bernd Wollmann e il suo approccio al sito internet: www.agopuntura-posturologia-lugano.ch.

 

Che cos’è il bruxismo e quali possono essere le sue cause?

Bruxismo si definisce uno sfregamento involontario e forzato tra i denti superiori e inferiori spesso effettuato di notte senza accorgersene. Un fattore determinante è il nostro stress quotidiano accompagnato da ansia, rabbia, preoccupazioni e tensioni. Un’altra possibile causa del bruxismo può essere un problema meccanico, p.es. un’otturazione o una corona troppo alta oppure un’ incongruenza tra le due arcate dentarie. Anche problemi ortopedici (p.es. problemi cervicali) oppure problemi posturali  possono favorire il bruxismo.

 

Quali le conseguenze?

Un continuo serrare fra i denti provoca danni a denti p.es. scheggiamenti dello smalto con degli effetti estetici visibili e la necessità di costosi restauri. Il bruxismo può anche causare squilibri muscolari della muscolatura masticatoria. Ne possono risultare mal di testa, dolori facciali, nucali e  problemi occlusali. In diversi studi è stato possibile dimostrare che i disturbi occlusivi spesso causati da bruxismo possono anche influenzare la colonna vertebrale contribuendo a dolori cervicali e lombari.

 

In che modo e con quali strumenti viene valutato questo disturbo cranio mandibolare?

Per valutare un disturbo cranio mandibolare si ricorre ai test occlusali e muscolari. Per persone che soffrono di dolori misti, come mal di testa, emicrania, dolori cervicali e lombari con problemi posturali e bruxismo sarebbe anche auspicabile una terapia interdisciplinare tra dentista e specialista in ortopedia. Un mezzo utile potrebbe essere una pedana stabilometrica per valutare squilibri muscolari.

 

Con quali terapie si può risolvere?

Dopo la correzione delle otturazioni e corone troppo alte ed eventuali correzioni occlusali, conviene ricorrere al paradenti, un bite fatto di resina. Il bite evita il serrare e il digrignamento notturno. In più armonizza il tono del viso riducendo il rischio del suo affaticamento, con conseguente prevenzione di dolori facciali e cervicali. Per ridurre i fattori di stress spesso collegati al bruxismo serve l’agopuntura, che favorisce la stimolazione del sistema nervoso. Per rilassare la muscolatura masticatoria conviene il “dry – needling” dei triggerpoints (zone di muscolatura contratta palpabile come piccoli noduli dolorosi). Per valutare un possibile miglioramento della postura dopo i trattamenti, un mezzo aggiuntivo utile può essere anche una pedana stabilometrica.

 

Grazie

 

Autore: Silvia Zanfrini